La formazione laziale batte il Pisa 3-1 nella finale di ritorno dei play off e conquista la promozione tra i cadetti. Agli emiliani basta un pareggio a Lecce.

Prima storica promozione in B per Latina e Carpi. La formazione laziale, che quattro anni fa giocava ancora in Eccellenza, ha battuto il Pisa 3-1 dopo i supplementari nella finale di ritorno dei play off del girone B di prima divisione. La gara di andata giocata sette giorni fa in Toscana era terminata 0-0. La squadra di Sanderra, che ha chiuso la stagione regolare al terzo posto e in semifinale ha eliminato la Nocerina, ha dovuto rimontare lo svantaggio iniziale (punizione vincente di Barberis) riuscendo a pareggiare prima della fine del primo tempo con un colpo di testa di Jefferson. Nella ripresa il risultato non è cambiato e così la sfida è proseguita ai supplementari. L’episodio decisivo all’inizio del primo, quando Sepe ha atterrato Agodirin lanciato a rete. L’arbitro ha assegnato il rigore e espulso il portiere del Pisa, tra i pali è andato il difensore Colombini (Pagliari aveva esaurito i cambi) e Cejas non ha fallito dal dischetto. Pochi minuti più tardi altra espulsione (Sabato) e altro rigore, ma stavolta Cejas si è fatto parare la conclusione. All’inizio del secondo tempo supplementare la rete che ha chiuso i giochi l’ha firmata, con un destro dal limite, Burrai. A fine partita è esplosa la festa del Francioni.

Al Carpi basta un pari al Via del Mare contro il Lecce dopo il successo della gara d’andata. Eppure per i pugliesi si era messa bene: Bogliacino aveva subito pareggiato i conti con un gran sinistro dalla distanza. Successivamente, partita sul filo dell’equilibrio fino alla mezz’ora della ripresa, quando il gol di Kabine su calcio di punizione, già a segno all’andata, cambiava tutto costringendo il Lecce al disperato assalto finale che non portava però a nulla.

https://www.youtube.com/watch?v=h8t4U7HC8DE

Lascia un commento