Karl-Heinz Rummenigge

Karl-Heinz Rummenigge
Incontri giocati

Career

Overview

Karl-Heinz Rummenigge (Lippstadt, 25 settembre 1955) è un dirigente sportivo ed ex calciatore tedesco, di ruolo attaccante. Fu due volte Pallone d’oro come miglior giocatore europeo e si laureò campione d’Europa 1980 con la Germania Ovest.

Anche i suoi fratelli Michael e Wolfgang  sono stati calciatori.

Carriera

Giocatore

Club

Rummenigge festeggiato dai compagni dell’Inter

A 8 anni entrò nella scuola calcio della squadra della sua città natale, il Borussia Lippstadt, e percorse tutta la trafila delle giovanili, fino alla prima squadra. Nel 1974 passa al Bayern Monaco. Utilizzato all’inizio come trequartista, il tecnico Pal Csernai, giunto nel 1979 ad allenare la squadra bavarese, lo avanzò fino al ruolo di centravanti. Nella stagione 1979-1980 vinse la classifica marcatori della Bundesliga con 26 gol, performance che ripeté nelle stagioni 1980-1981 (29) e 1983-1984 (di nuovo 26).

Nel suo primo anno al Bayern Monaco Rummenigge giocò spesso nella Coppa dei Campioni 1974-1975, seppur non venne schierato in finale (poi vinta) contro il Leeds United. L’anno successivo, con il Bayern Monaco di nuovo in finale, questa volta contro i francese del Saint-Etienne, Rummenigge gioca e la sua squadra vince per 1-0. Si trattò della seconda Coppa consecutiva per Rummenigge, terza consecutiva per la squadra. Alla fine del 1976 arrivò anche la vittoria nella Coppa Intercontinentale nella doppia sfida contro i campioni del Sud America del Cruzeiro.

Del 1980 fu il primo scudetto tedesco, bissato subito dopo nel 1981. Rummenigge fu capocannoniere della Coppa dei Campioni 1980-1981 (6 gol) e ne raggiunse la finale l’anno successivo, anche se in quell’occasione il Bayern la perse per 1-0 contro l’Aston Villa. Ricevette il premio di miglior calciatore tedesco dell’anno nel 1980 e vinse due Palloni d’oro consecutivi, nel 1980 e nel 1981. Nella sua decennale militanza al Bayern Monaco, oltre ai trofei citati, Rummenigge vinse anche due Coppe di Germania (1981-1982 e 1983-1984).

Nell’estate del 1984 il presidente dell’Inter Ernesto Pellegrini lo acquistò per 8,5 miliardi di lire. Rummenigge giocò 64 partite segnando 24 gol, nonostante i ripetuti infortuni che lo limitarono nelle prestazioni. Dopo tre anni all’Inter, si trasferì a Ginevra con gli svizzeri del Servette, squadra con la quale chiuse la carriera agonistica al termine della stagione 1988-1989, che lo vide anche fregiarsi del titolo di capocannoniere del campionato svizzero con 24 gol.

Nazionale

Dopo aver esordito con la Nazionale della Germania Ovest nel 1975, Rummenigge non fu tra i convocati al quinto campionato europeo di calcio che si svolse in Jugoslavia nel 1976. Entrò in pianta stabile nel giro della Nazionale a partire dalle qualificazioni per il campionato del mondo 1978  in Argentina, ai quali partecipò fermandosi alla seconda fase. Nel 1980 vinse, nella finale giocata all’Olimpico di Roma contro il Belgio, la sesta edizione del campionato d’Europa, che si svolse in Italia.

 

Rummenigge con la maglia della Germania Ovest,  in azione contro i Paesi Bassi durante Euro 80.

 

Fu anche due volte consecutive finalista del campionato del mondo: la prima volta, nel 1982 in Spagna, contro l’Italia, sconfitto 3-1; la seconda volta, nel 1986 in Messico, contro l’Argentina, sconfitto 3-2. In quest’ultima occasione Rumenigge fu autore di uno dei due gol tedeschi. Tra le due edizioni del campionato mondiale, vi fu anche la presenza al campionato d’Europa 1984 in Francia, nel quale la Nazionale della Germania Ovest uscì al primo turno, essendosi classificata terza nel girone di qualificazione. Dopo il campionato del mondo 1986 Rummenigge lasciò la Nazionale tedesca, fermandosi così a 95 presenze e 45 gol.

Dirigente sportivo

Dopo il ritiro dall’attività agonistica, Rummenigge lavorò dal 1990 al 1994 per l’ARD, il primo canale TV tedesco, come commentatore degli incontri della nazionale. Il 25 novembre 1991 lui e Franz Beckenbauer  furono invitati dalla dirigenza del Bayern Monaco ad assumere la carica di vicepresidenti del club. Quando Beckenbauer divenne presidente Rummenigge rimase vicepresidente unico, fino al 14 febbraio 2002, quando fu istituita la nuova divisione calcio del club, della quale divenne direttore amministrativo. Il suo compito fu quello di responsabile stampa e pubbliche relazioni, dei rapporti con gli altri club e di rappresentanza in seno alle istituzioni calcistiche nazionali e internazionali; tra le altre cariche svolte c’è anche quella di presidente dell’Eca, l’European Club Association.

Curiosità

Rummenigge ha avuto anche un piccolo ruolo nel film comico Il volatore di aquiloni di Renato Pozzetto.

Palmarès

Club

Competizioni nazionali

Bayern Monaco: 1979-1980, 1980-1981
Bayern Monaco: 1981-1982, 1983-1984

Competizioni internazionali

Bayern Monaco: 1974-1975, 1975-1976
Bayern Monaco: 1976

Nazionale 

Italia 1980

Individuale

1979-1980 (26 gol), 1980-1981 (29 gol), 1983-1984 (26 gol)
1980
1980, 1981
1980-1981 (6 gol)
1988-1989 (18 gol)
Vai alla barra degli strumenti